Organismi: ecco i nomi del Consiglio Pastorale Diocesano

Annunciato dal vescovo Domenico lo scorso 19 maggio, al termine della veglia di Pentecoste, viene ora varato il nuovo Consiglio Pastorale Diocesano, l’organismo al quale il codice di diritto canonico attribuisce il compito di studiare, valutare e proporre conclusioni operative su quanto riguarda le attività pastorali della Chiesa particolare che rappresenta. Il tutto, naturalmente, sotto l’autorità dell’ordinario diocesano. Composto da fedeli che siano in piena comunione con la Chiesa, il Consiglio vede la presenza di presbiteri, membri di istituti di vita consacrata e laici. Oltre al vescovo che ne è presidente, vi siedono il pro–vicario generale monsignor Luigi Aquilini e il vicario episcopale per la vita consacrata padre Carmine Ranieri; poi i responsabili delle tre aree pastorali con un altro rappresentante per ciascuna commissione: padre Mariano Pappalardo e Myriam Ballarin (catechesi), padre Ezio Casella e suor Kristina Gjonaj (liturgia), don Fabrizio Borrello e Rosanna Benedetti (Caritas); per ogni zona pastorale, il vicario e i rappresentanti laici: don Lorenzo Blasetti, Adriana Tittoni, Giulio Giansanti (Rieti città); don Luciano Candotti, Angela Pariboni (Montepiano reatino); don Ferruccio Bellegante, Bruna Deli Figorilli, Bruna Cavalli (Valle del Velino–Leonessano–Amatriciano); don Francesco Salvi, Anna Maria Massimi (Cicolano); don Sante Paoletti, Orietta Massari (Valle del Turano); per il laicato, la responsabile della Consulta diocesana delle aggregazioni laicali Stefania Marinetti e la presidente diocesana dell’Azione cattolica Silvia Di Donna; per le religiose, la segretaria diocesana Usmi suor Luigina Visini. Di nomina vescovile, il diacono Vincenzo Focaroli e Monica Mercuri.