Archivio Tag: Ricostruzione

A due anni dal sisma prosegue l’impegno di Caritas al fianco delle comunità

Due anni fa, a partire dalla notte del 24 agosto 2016, inizia una scia di eventi sismici che ha seminato morte e distruzione in intere aree dell’Appennino e dell’Italia centrale. Oltre a rispondere all’emergenza, Caritas Italiana cerca subito di sviluppare scelte che guardano al futuro, delineando modi certi per contribuire alla ricostruzione delle comunità, fondata sull’identità di queste popolazioni, che vanno rese protagoniste delle scelte

Regione, prosegue iter per la ricostruzione dei comuni colpiti dal sisma

Proseguono le deperimetrazioni delle frazioni e dei Comuni colpiti dal sisma: dopo l’approvazione in Giunta delle delibere regionali relative ai Comuni di Borbona, Cittareale, Leonessa e Posta, la direzione regionale all’Urbanistica ha predisposto quelle per eliminare le perimetrazioni urbanistiche anche nelle frazioni di Capricchia, Retrosi e Sommati ad Amatrice.

Inaugurata l’anteprima del Museo diocesano ad Amatrice. Il vescovo Domenico: «un contributo al processo di rigenerazione post-sisma»

Le nuove tecnologie sono state utilizzate per ricostruire tridimensionalmente opere “fortemente identitarie”, come la celebre tavola dipinta della Madonna di Cossito, che apre lo spazio espositivo

Donato un nuovo ecografo per le attività veterinarie nel cratere

E’ stato consegnato ieri, presso il Dipartimento di Prevenzione della Asl di Rieti diretto dal dottor Angelo Toni, da un gruppo leader nella distribuzione di materiale veterinario in Italia, un ecografo di ultima generazione per un sostegno alla attività veterinaria svolta e in corso di svolgimento nei comuni del cratere del sisma e più in generale per l’attività svolta dal Dipartimento sul territorio provinciale.

L’Aquila nove anni dopo. Nell’area del “doppio cratere” dove la ricostruzione è “tutta in salita”

Viaggio nell’area del “doppio cratere”, vale a dire la zona colpita prima dal sisma del 2009 e poi da quello del 2016. Tra burocrazia e lungaggini “le ricostruzioni” stentano a partire. Le speranze adesso si appuntano tutte sulla ordinanza n. 51 del 28 marzo 2018 riguardante gli “interventi di ricostruzione su edifici pubblici e privati già interessati da precedenti eventi sismici” che dovrebbe mettere un po’ di ordine nella normativa da applicare.